Il numero di dicembre di Fiaccolina, la rivista per i chierichetti e per tutti i ragazzi della Diocesi, è dedicato al Natale che, come ricorda don Pier Paolo Zannini nell’editoriale, «non è solo una data di calendario, una liturgia fine a se stessa. Tra poco saremo chiamati a fare festa perché Dio si è fatto conoscere come uomo in Gesù». E in questo modo ci è vicino, in tutto ciò che facciamo.

Tra le tante tradizioni natalizie, sicuramente la più importante è quella del presepe. Partendo da quello allestito in Seminario, scopriamo i significati dei singoli personaggi, che vogliano aiutare chi li osserva a contemplare il mistero della salvezza.

Anche l’analisi dell’opera “Adorazione dei pastori” di Correggio, ricca di citazioni e rimandi, può aiutare a meditare sul vero significato del Natale. Così come l’analisi del Vangelo di Matteo 2, 1-12, che racconta il viaggio dei Magi guidato dalla stella, offre qualche spunto di riflessione, se pensiamo che «nella nostra vita la cometa rappresenta tutte quelle persone che ci parlano di Gesù, tutti quei fatti che ci portano ad incontrarlo».
Dalle parole occorre passare ai fatti e la testimonianza di Davide, volontario Caritas di Giussano, ci dimostra come possiamo renderci utili agli altri, perché la carità, come insegna papa Francesco «è uno dei pilastri della Chiesa».
Infine l’intervista a Vladimir Aceti, velocista italiano specializzato nei 400 metri piani, campione europeo under 20 a Grosseto 2017, ci aiuta a scoprire come ciascuno di noi, seguendo la propria vocazione, può costruire cose grandi e fare della propria vita un capolavoro.

Fiaccolina è disponibile presso l’ufficio del Segretariato per il Seminario (Piazza Fontana, 2 -Milano, tel. 02.8556278). Ylenia Spinelli