L’Associazione trae origine dalla Pia Associazione Pro Seminario, istituita dal card. Schuster l’8 marzo 1931, per provvedere alla conservazione del Seminario e alla formazione dei Chierici

Erano gli anni della costruzione del grande Seminario di Venegono, in cui prendeva visibilmente forma l’attenzione di molti per la figura del prete e per le vocazioni sacerdotali.

Nei successivi decenni l’Associazione ha avuto grande sviluppo nelle parrocchie della Diocesi, dimostrandosi un prezioso aiuto per favorire nella Chiesa ambrosiana la preghiera per le vocazioni e il sostegno del Seminario.

Il 31 luglio 1989 il card. Carlo Maria Martini, “tenuto conto dell’attuale situazione ecclesiale e della nuova normativa del Codice di Diritto Canonico”, decise di rinnovare la Pia Associazione erigendo l’Associazione Amici del Seminario come associazione canonica pubblica “sotto il patrocinio dei Ss. Ambrogio e Carlo”. Contestualmente la dotava di uno Statuto che raccoglieva in forma rinnovata l’intento già vivo nella nostra Diocesi nel lontano 1931; lo Statuto fu poi modificato nel 1998 e di recente è stato nuovamente cambiato con l’approvazione del card. Dionigi Tettamanzi.

Il nuovo Statuto del 19 giugno 2010 ha reso più agile la struttura dell’Associazione, permettendole così di essere una forza di supporto alle attività del Seminario.

L’obiettivo dell’Associazione è quello di promuovere nelle comunità cristiane della nostra Diocesi la presenza di persone che abbiano a cuore l’opera del Seminario e che si impegnino:

– nella preghiera per le vocazioni, per i seminaristi, per il Seminario e per i sacerdoti, anche con l’aiuto dei sussidi proposti mensilmente su La Fiaccola eFiaccolina (le riviste del Seminario per adulti e per ragazzi) e con la partecipazione alle iniziative formative e di preghiera promosse dall’Associazione, le cui date verranno periodicamente pubblicate su questo sito e su La Fiaccola (una giornata di ritiro e una giornata di studio all’anno per zona pastorale, gli esercizi spirituali di  maggio e di settembre).

– nel conoscere e far conoscere il Seminario con la comunità dei seminaristi. Sfogliando  le pagine de La Fiaccola  si è sempre aggiornati sulla proposta educativa del Seminario e  sugli  appuntamenti promossi dall’Associazione Amici del Seminario.  La rivista, inoltre, contiene spunti di riflessione  spirituale e di preghiera, la cronaca della vita in Seminario e il ricordo dei preti defunti.
È inoltre auspicabile che di tanto in tanto si faccia visita al Seminario, secondo gli interessi delle diverse fasce di età. Ogni anno, poi, solitamente nel mese di aprile, i candidati al presbiterato incontrano tutti coloro che nelle parrocchie sostengono l’attenzione al Seminario.

– nel raccogliere fondi per sostenere il Seminario e i seminaristi, che è possibile fare con:

• Offerte al Seminario e all’Associazione Amici del Seminario

Borse di studio perpetue, del valore di € 25.000,00  per sostenere seminaristi in difficoltà economiche. Si possono versare anche somme inferiori da parte di più offerenti.

Borse di studio annuali, per sostenere un seminarista in difficoltà economiche per un anno (€   2.500,00)

Eredità o legati testamentari, con donazioni di qualsiasi genere, anche di beni immobili destinati al Seminario Arcivescovile di Milano in Venegono Inferiore, per • l’istruzione ed il mantenimento di seminaristi in difficoltà economiche (il Seminario è esente da tasse di successione)

Iscrizione al suffragio per i propri defunti, che partecipano ai benefici spirituali di 150 Ss. Messe celebrate annualmente in Seminario (offerta libera)

Messe perpetue, sarà celebrata una S. Messa all’anno per 25 anni, a ricordo di un proprio defunto (€ 1.000,00)

S. Messa (€ 10,00)

A tutti i benefattori il Seminario invierà le proprie riviste: La Fiaccola eFiaccolina.

Per chiarimenti, offerte, borse di studio, Ss. Messe, rivolgersi a:
SEGRETARIATO PER IL SEMINARIO
20122 Milano – Piazza Fontana, 2 – Telefono 02 85.56.278
c/c postale 18721217 intestato all’Associazione Amici del Seminario
Piazza Fontana, 2 – 20122 Milano